IL FENOMENO BOWIE DIVENTA UN GELATO, DA GUSTARE AL MUSEO

IL FENOMENO BOWIE DIVENTA UN GELATO, DA GUSTARE AL MUSEO

Al Mambo di Bologna nasce il gelato in onore di David Bowie, per la felicità dei fan e con la complicità di Slow Food.

Dopo due anni e oltre 130.000 visitatori per la tappa italiana della mostra internazionale dedicata al Duca bianco, il fenomeno Bowie torna al MAMBO, il Museo d’Arte Moderna di Bologna, con la 4° edizione del Black star day, celebrato dalla creazione di 4 gusti di gelato ispirati all’artista britannico.

È l’ultima trovata di Roberto Lobrano, maestro gelatiere esperto nell’arte e nell’analisi sensoriale del gelato, autore del nuovo manuale “Il mondo del Gelato”, edito da Slow Food Editore: rendere omaggio all’icona della creatività e della contaminazione fra le arti, Bowie, per avvicinare il suo grande pubblico alla degustazione del gelato di autentica tradizione italiana, facendone un’esperienza multisensoriale. L’evento, già sold-out da settembre, vede la partecipazione di fan di tutta Italia (ma anche d’Europa): nel nostro paese il Duca bianco ha effettuato 24 concerti, conquistando stuoli di fan (si stima il 70% di donne), che il 20 ottobre a Bologna si confronteranno di nuovo sul tema Bowie tra arte, letteratura, cinema e soprattutto musica.

E cosa c’entra il gelato? Lo abbiamo chiesto a Daniele Pensavalle, presidente dell’Associazione Culturale DB Blackstar nata in onore all’artista scomparso, organizzatrice dell’evento: “Se abbiamo sempre pensato a Bowie come icona musicale o artistica, la sua immagine si sposa perfettamente al cibo, in particolare al gelato. L’idea di ricercare ingredienti particolari, se non unici, per comporre alcune ricette esclusive è la diretta conseguenza di quanto ci ha lasciato in eredità: il suo messaggio principale è sempre stato legato alla sperimentazione in tutte le arti, e quale miglior connubio poteva crearsi tra la sua poliedricità e dei gusti di gelato, straordinariamente originali, ispirati a lui?”

L’idea non poteva che partire dall’Italia, paese che vanta numeri da capogiro per la tradizione del gelato (ben 19.000 gelaterie contro le 1000 degli interi Stati Uniti, solo per dare un ordine di grandezza), e da un maestro gelatiere, Lobrano, che da anni coltiva la parallela passione per la musica, tanto da essere il front man di una tribute band dedicata, per l’appunto, a David Bowie. Nell’evento, unico nel suo genere, verranno presentati e serviti 4 gusti di gelato, ispirati a momenti fondamentali e iconici della vita artistica di Bowie e realizzati con ingredienti selezionatissimi:

Alien from Mars – Pistacchio con semi di canapa decorticati
Moonage Ice Dream – Kiwi rosso, lime e amarene di Cantiano
A Lad Insane – Fiordilatte alla tonka, blu con stracciatella ruby
Black root star – Liquirizia su base cocco con miele e polline colorato con carbone vegetale

Gusti assolutamente inediti e originali già a prima vista, con una tavolozza di colori particolari ma totalmente naturali, e a dir poco sorprendenti al primo assaggio. Ce li illustra l’autore Roberto Lobrano:

Alien From Mars è un gelato cremoso su base latte con pistacchi di Bronte e semi di canapa decorticata. Nella sua semplicità in realtà nasconde un animo da superfood, grazie agli oli contenuti nei semi di canapa ricchi di omega 3 e privi di ogni principio attivo cannabinoide. La canapa è anche un simbolo della trasgressione, una sostanza dell’”altro mondo”, da sempre associata ai viaggi lisergici e proibita sul nostro pianeta, ma forse su Marte…

A Lad Insane è un gelato a base latte e burro con delicata aromatizzazione alla fava di Tonka. La sua peculiarità è la colorazione azzurra data dalla polvere di un fiore: il butterfly pea. Nessun colorante artificiale, è solo un estratto naturale e biologico. Su questo gusto viene inserita una stracciatella di cioccolato Ruby, novità assoluta sul mercato, che dona note fruttate e acide e una colorazione rosso chiaro che completa il quadro cromatico, nel ricordo della celebre saetta sul volto di Bowie sulla copertina di Alladin Sane.

Moonage Ice Dream è un intermezzo di freschezza e golosità. Si tratta di un sorbetto, senza derivati del latte, basato su un tipo di kiwi particolare che ha il centro della sua polpa di colore rosso. È un gusto che inganna a causa della particolarità del frutto utilizzato, che ha un sapore che ricorda la banana. Un gusto stregato, quasi alieno, che esorta ad andare al di là delle apparenze…

Black Root Star è un gelato vegano nero come un meteorite di carbone o come un cielo nero costellato da preziose stelle di polline. Tra gli il ingredienti c’è latte di cocco, il miele, il burro di cacao, il polline, il carbone vegetale e una nota decisa di liquirizia. E’ un gusto che stupisce e ci porta avanti nel tempo come l’ultimo album di David Bowie, difficile da descrivere al primo assaggio, ma che ci avvolge e ci accompagna in un viaggio verso l’infinito…”

E allora non ci resta che partire in questo viaggio multisensoriale e aspettare di conoscere quale sarà il gusto più “Bowiano” eletto dai fan: sui canali social legati all’evento seguirà una votazione on-line per eleggere il gusto più rappresentativo e… darsi appuntamento per assaggiarlo.

Sorbetto ai 5 colori della Salute

Sorbetto ai 5 colori della Salute

Questa ricetta è presente nel libro “Il mondo del Gelato” (Slowfood editore 2018).

Si tratta di un sorbetto di frutta ad altissimo valore nutrizionale, poiché racchiude in sé i cinque colori dalla tabella della salute. Inoltre è a basso contenuto di zuccheri aggiunti,

Ingredienti per 1.000 grammi:

Succo d’arancia bionda 210 gr
More di rovo e mirtilli (50/50) 150 gr
Pere Williams 150 gr
Fragole 150 gr
Fragole 150 gr
Kiwi 150 gr
Zucchero di canna biologico 76 gr
Miele millefiori biologico 30 gr
Fibra alimentare prebiotica (Inulina) 10 gr
Farina di semi di carruba 3 gr
Farina di semi di guar 1 gr

Procedimento:

Dopo aver pulito la frutta, miscelare tutti gli ingredienti  freddo con un frullatore ad immersione e mantecare in gelatiera.