Che senso ha il gelato?

Che senso ha il gelato?

calorosa accoglienza per l’evento dedicato all’analisi sensoriale del gelato alla fiera mig di longarone

L’evento più affollato dell’area incontri per la sessantesima edizione della MIG di Longarone è stato certamente quello dedicato all’analisi sensoriale del gelato. Un modo nuovo di fare marketing emozionale attraverso i sensi e il coinvolgimento diretto dei propri clienti.

La numerosa platea della fiera ha potuto cimentarsi in un breve ma intenso esercizio di analisi sensoriale, assaggiando i tre gusti di gelato che sono stati i protagonisti del primo Tour del Mondo del Gelato 2019.

L’incontro ha sintetizzato ciò che avviene durante una tappa del tour. Dopo una breve introduzione sulla tecnica di degustazione più appropriata e sulla spiegazione dei principali descrittori impiegati nel test, il pubblico ha potuto immergersi negli assaggi e valutare le differenze tra i tre diversi tipi di gelato al cioccolato che sono stati proposti. Poi si è passati all’analisi cieca per indovinare gli ingredienti di un gelato che è un vero e proprio esercizio di consapevolezza sensoriale.

Insieme a Roberto Lobrano c’erano molti gelatieri che hanno partecipato alle sessioni di formazione sull’analisi sensoriale organizzate tra il 2017 e il 2019 al CNR di Bologna. In particolare Giovanna Musumeci, Dario Rossi, Vittorio Pasquetti, Renato Trabalza, Lucia Sapia, Ida di Biaggio, Antonio Cappadonia, Pierluigi D’Ambrosio e molti altri. Tra gli assaggiatori anche Leonardo Ceschin e Donata Panciera che sono rimasti piacevolmente colpiti da questo tipo di evento e dalla sua efficacia nel coinvolgere i partecipanti facendo cultura del prodotto e comunicazione del brand aziendale.

Il calendario 2020 è già in fase di definizione e quest’anno ci saranno anche tre date in Germania, segno che il tour sta diventando internazionale.

Per informazioni scrivere a info@robertolobrano.com

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *