Tour toscano: tappa di Arezzo: Cremeria Cecconi

Tour toscano: tappa di Arezzo: Cremeria Cecconi

Stefano Cecconi è una persona di un’umiltà e di una cortesia fuori dal comune. Dice di essere un esordiente nel mondo del gelato, ma in realtà ha già 7 anni di esperienze maturate in diversi locali, sia come produttore che come responsabile e addetto alla vendita. Ha frequentato corsi con i migliori maestri in circolazione ed ha una preparazione tecnica che molti colleghi blasonati si scordano….

La sua piccola gelateria si chiama Cremeria Cecconi – Gelatieri per Passione ed è situata in via Madonna del Prato numero 85 nel centro storico di Arezzo. Il personale è composto da tre ragazze, Michela, Serena e Maria che riescono a trasmettere in modo impeccabile e naturale i valori di Stefano:

  • Qualità degli ingredienti
  • Rispetto per l’ambiente
  • Tradizione e innovazione
  • Etica
  • Sicurezza e pulizia

La mission aziendale della Cremeria Cecconi la possiamo sintetizzare così:

OFFRIRE UN LUOGO AMICHEVOLE DOVE SPERIMENTARE SENSAZIONI DI GUSTO CLASSICHE E INNOVATIVE DI ALTA QUALITA’ NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE

Chiacchierare con Stefano è un piacere perché ti fa sentire subito in un ambiente amichevole e casalingo. Mi ha raccontato un sacco di cose della sua amata città e delle sue esperienze di lavoro che lo hanno formato e che oggi gli permettono di produrre un gelato che, a un solo mese dalla sua apertura, lo sta facendo diventare un punto di riferimento per la clientela della zona.

Una delle più belle soddisfazioni che si possono avere nel mio lavoro di formatore e autore di manuali operativi, è vedere applicati con successo i suggerimenti e le tecniche che ho cercato di trasmettere. Stefano mi ha fatto vedere il suo Business Plan, che ha costruito con l’aiuto del mio secondo libro “Gelato Business”.

Che altro dire? Questa tappa ha registrato una grandissima affluenza di persone all’analisi sensoriale del gelato, nonostante la pioggia della mattina e del tardo pomeriggio. Diciamo che siamo stati graziati per la prima parte dell’evento.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *